esteno-negozio2-213x300

160  Anni di Storia della Ditta Mugnai

La storia inizia con Giovanni Mugnai in località Alla Pietra, per Via Bolognese, con la vendita di carta da involgere, fiammiferi, candele, stoppini per lumi a petrolio, cordame e spaghi, striglie, brusche e quanto necessario al mondo del cavallo. Insieme a questi articoli non mancava neppure l’aceto di vino che produceva e vendeva a barili.Davanti a questa Bottega,passarono gli studenti fiorentini diretti  a Curtatone e Montanara.

In seguito aprì a Firenze in Via San Gallo, in un locale di fronte all’attuale sede, vendendo ancora la solita mercanzia. Le monete circolante all’epoca erano  Crazie e Scudi di cui si conservano ancora alcuni esemplari.

Nel 1868 con la nascita della Camera di Commercio, la ditta viene censita ufficialmente

Passano gli anni ed arriva il figlio Carlo a dare una vigorosa svolta all’azienda con l’incremento della vendita all’ingrosso soprattutto della carta e dei fiammiferi. Bisogna pensare che all’epoca non esisteva niente di preconfezionato e tutto veniva imballato con carta. Fu il primo negozio in città a mettere in vendita “una grande novità”, che veniva dall’Inghilterra e che era un prodotto di lusso: la carta igienica. Divenne inoltre esclusivista per Firenze della cera per scarpe Nugget, altro articolo di fortissimo consumo all’epoca (ricordate gli sciuscia' ?)

Subito dopo la prima Guerra Mondiale, la ditta si trasferì  nell’attuale locale, molto più grande, ex deposito carrozze dei conti Pandolfini che succesivamente acquistò e diventò la classica “Bottega”, ove comode seggiole accoglievano chi voleva riposarsi un attimo o gli amici che facevano visita in modo discreto senza disturbare chi acquistava e senza disturbare chi vendeva.Con Carlo, appassionato di musica lirica, lui stesso prima tromba al teatro Pagliano (oggi Verdi) si rievocavano momenti magici per le melodie di Verdi, Puccini ed altri.

Con il figlio Ferdinando, ragazzo del ’99, reduce dalla Grande Guerra, venivano a trascorrere qualche momento di ricordo, ex commilitoni del fronte. Così era il vivere nella “Bottega” di quei tempi,che era sì attività commerciale, ma anche luogo di incontro e di relazioni con clienti-amici. Nel 1943 l’azienda cessò l’attività in quanto il titolare Ferdinando venne richiamato alle armi e successivamente rimase chiusa  per il passaggio del fronte a Firenze e, svuotata di quasi tutte le sue merci, diventò addirittura rifugio antiaereo. Dopo la fine della guerra,  la tradizione della Ditta si arricchi' del contributo di idee ed iniziative di Renato,  il quale introdusse  gli articoli per ufficio.

Alla fine degli anni ’70 si arriva alla quinta generazione, con Carlo e Paolo che adeguano l’azienda ai tempi, trasformando la “Bottega”  in un fornitissimo dettaglio di cancelleria, di materiale  tecnico ed informatico e dei migliori articoli da regalo- All’inizio del  2000 aprono a Campi Bisenzio un grande magazzino per lo stoccaggio e la spedizione delle merci per Firenze e tutta la Toscana, super-specializzato nelle forniture per ufficio Magnacharta srl

E grazie ai nostri affezionati clienti la Storia continua….